Direzione Artistica e Regia

Direzione Artistica e Regia

Curriculum Vitae – Donatella Marchi

 

INFORMAZIONI PERSONALI

Donatella Marchi

  Via Monte Avorio, n. 5 – 61029 Urbino (PU), Italy

 (+39) 333 7238128

   cust2000@libero.it 

 www.teatrocust2000.com/teatro-cust-2000/

Sesso F    Data di nascita 09/10/1946    Nazionalità italiana

POSIZIONE RICOPERTA

Direttore artistico e legale rappresentante dell’Ass.ne culturale TeatroCust2000, Centro universitario di sperimentazione teatrale di Urbino 

ESPERIENZA PROFESSIONALE

 

Dal 2012 ad oggi

Ideazione, Direzione Artistica ed Organizzazione generale del progetto pilota della Regione Marche “Refresh/Notte: Gioventù in CreAzione”

C.M.S. Ancona (Consorzio Marche Spettacolo), c/o Assemblea Legislativa delle Marche, Piazza Cavour n.  23, 60121 Ancona (AN), Tel:  +39 071 2298308, http://www.marchespettacolo.it/; Provincia di Pesaro e Urbino, Viale Gramsci, n. 4, 61121 Pesaro (Pu), Tel: +39 0721.3591,www.provincia.pu.it; con il patrocinio del Comune di Urbino, Via V. Veneto n. 3, 61029 (Pu), Tel: +39 0722 3091, www.comune.urbino.ps.it 

  • Progettazione ed organizzazione generale di Palchi aperti co-partecipativi, allestiti nel centro storico della città in notturna (11.00 p.m. – 5.00 a.m.)
  • Drammaturgia e Regia di letture confidenziali da svolgere in contemporanea ai Palchi aperti, ma all’interno dei locali della città più frequentati dai giovani;
  • Organizzazione di Jam session musicali aperte e reclutamento di Artisti jazz del panorama locale, italiano ed internazionale;
  • Reclutamento delle compagnie di attori professionisti di Commedia dell’Arte;
  • Responsabile delle relazioni con i vari sponsor.

Attività o settore Promozione del Teatro dal Vivo ed attività artistiche multidisciplinari, volte ad arginare il disagio giovanile e a fronteggiare gli sballi notturni

Dal 2014 al 2016

Coordinamento e Direzione Artistica del progetto pilota “Impresa teatro: Teatri della Ricostruzione”, nell’ambito del Distretto Culturale Evoluto Urbino e il  Montefeltro

DCE (Distretto Culturale Evoluto) “Il Barco: Officine Creative” – Urbania (PU), Tel. +39 0722 313000, http://www.cm-urbania.ps.it/index.php?id=23914 – Teatro Cust 2000, Via Monte Avorio, n. 25, 61029 Urbino (PU), www.teatrocust2000.it 

  • Reperimento ed analisi di fabbriche ed imprese del territorio del Montefeltro, in condizioni di particolare difficoltà economica, se non di fallimento, nelle quali attivare laboratori di psicodramma avanzato, coniugando le ragioni e le tecniche della cultura teatrale (nel doppio ruolo formativo e di ricerca e non necessariamente spettacolare) con quelle del riconsolidamento e ricostruzione delle ragioni umane e psicologiche di chi versa in situazioni di precarietà lavorativa e disagio sociale:
  • Implementazione della fase attuativa “Impresa teatro: Teatri della ricostruzione”, attraverso workshop dedicati a dipendenti e dirigenti delle suddette imprese.

Attività o settore Psicodramma avanzato e Promozione Culturale nell’ambito delle aziende coivolte dalla crisi economica italiana.

Dal 2011 al 2014

Rappresentate nominato dal Comune di Urbino (come Teatro Cust 2000) nel Direttivo di AMAT (Associazione Marchigiana Attività Teatrali) e membro aderente nel C.M.S. (Consorzio Marche Spettacolo)

AMAT Platea delle Marche, Corso Giuseppe Mazzini, n. 99, 60121 Ancona (AN), Tel: +39 071 207 5880, www.amatmarche.net; C.M.S. Ancona

  • Responsabilità legate alle valutazioni artistiche e culturali, in quanto membro del Direttivo AMAT;
  • Attività di coordinamento e di organizzazione di Eventi, in quanlità di membro aderente del C.M.S. di Ancona.

Attività o settore Assemlee e Consigli direttivi di Associazioni e Consorzi regionali per l’Arte e lo Spettacolo dal vivo

Dal 2002 al 2012

Direzione artistica e coordinamento di manifestazioni multidisciplinari

2005-2012: Direzione artistica ed organizzazione della manifestazione “ROCCHEVENTI” nel contesto delle Rocche di Francesco di Giorgio Martini e dei Castelli del Montefeltro –  https://www.youtube.com/watch?v=-3wpw80M4Pg

Con il patrocinio e la collaborazione di: Comune di Sassocorvaro (PU), Comune di Mondavio (PU), Comune di Montecerignone (PU), Comune di Sant’Agata Feltria (PU), Comune di Piobbico (PU)

2002-2004: Direzione Artistica del cartellone “Veglie del Teatro Rinascimentale e di Corte”, Urbino (PU) – http://www.teatrocust2000.com/veglie2003.htm

Con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Urbino (PU)

  • Organizzazione generale di Festival dedicati all’Arte, al Teatro in maschera, alla ricerca cinematografica, alla ricerca musicale;
  • Reclutamento dei Maestri italiani (es. Carlo Boso) in qualità di conduttori dei workshop allestiti per l’occasione.

Attività o settore Direzione artistica ed Organizzazione di manifestazioni; Promozione della Ricerca teatrale, cinematografica, musicale

Dal 2001 al 2005

Dal 1981 al 2010  

Docente universitaria

Università Politecnica delle Marche, Piazzale R. Martelli n. 8, 60121 Ancona –http://www.econ.univpm.it Tel:+39 071 2207000

  • Insegnamento di Discipline dello Spettacolo presso la Facoltà di Economia, Corso di Laurea in Economia per il Turismo

Attività o settore Docenza universitaria

Docenza universitaria e Direzione, Coordinamento del Centro Universitario di Sperimentazione Teatrale (C.U.S.T.) di Urbino (PU)

Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, Via Saffi, n. 2, 61029 Urbino (PU), Italy, Tel: +39 0722 3051, www.uniurb.it 

  • Formazione teatrale;
  • Produzione e distribuzione di spettacoli;
  • Sviluppo di attività a carattere seminariale e laboratoriale nell’ambito del Teatro di ricerca e sperimentazione italiano;
  • Amministrazione dell’Associazione TeatroCust2000, della sede legale ed operativa;
  • Professoressa Associata alla Cattedra di Letteratura Italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Urbino.

Attività o settore Docenza universitaria, produzione e distribuzione teatrale

Dal 1981 al 2014

Regia e Drammaturgia (di cui si segnalano gli sviluppi più significativi)

  • 2013/2014: scrive la drammaturgia e dirige la regia dello spettacolo “Apocalisse della Scrittura” da Le mosche del Capitale di Paolo Volponi; lo spettacolo è stato il risultato del Laboratorio teatrale condotto dalla Marchi con gli allievi iscritti ai Corsi di Teatro Cust 2000 negli anni 2013-’14 ed è stato presentato nel contesto del convegno di Studi Internazionale intitolato “VOLPONI ESTREMO”, organizzato dall’Università degli Studi di Urbino, dal Dipartimento di Studi Internazionali, dalla Soprintendenza per i Beni Artistici ed Etnoantropologici delle Marche e dal Teatro CUST 2000, in occasione del ventesimo anniversario della scomparsa (e del novantesimo della nascita) di Paolo Volponi, scrittore, poeta e senatore urbinate. Al convegno hanno partecipato studiosi di tutta Italia e del mondo, con interventi, dibattiti e tavole rotonde, allestiti nelle tre giornate del 29, 30 e 31 ottobre 2014.
  • 2012: “Dell’Amour Stendhal”, frutto del Laboratorio teatrale con gli allievi iscritti ai Corsi di Teatro Cust 2000, nel cui contesto ha sviluppato un intervento di Commedia dell’Arte, dal titolo “Farsa della Gelosia”, in collaborazione con Michele Pagliaroni, attore professionista di Commedia del Centro di Formazione alla Commedia di Senigallia (AN) diretto da David Anzalone.
  • 2008-2010: cura e dirige il TEATRO SINTETICO FUTURISTA, dedicato al centenario dell’avanguardia futurista italiana e a F. T. Marinetti, riletto liberamente ed interpretato attraverso quattro pièces di Teatro sintetico, Dramma di oggetti e Teatro tattile, intitolate rispettivamente “Vengono”, “Amore+Amici=Fronte”, “La costruzione del silenzio”, “Le Mani”. Lo spettacolo, proposto in varie repliche, è stato presentato al Festival Inetrnazionale di Teatro Universitario di Montpellier (France) il 20 ottobre 2010, con il titolo rinnovato“Marinettando” e come tributo al Teatro Sinettico del Futurismo italiano.
  • 2003: “Elettra” di Sofocle, allestimento risultato da un lungo perscorso di Laboratorio teatrale coordinando gli allievi di Discipline dello Spettacolo e Letteratura teatrale dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.
  • 2001: “La Sorcière”, tratto dal testo omonimo di J. Michelet, presentato a Berlino (Germania) presso l’Istituto Italiano di Cultura e a San Pietroburgo, presso il Teatro-scuola de “I Giovani della Fontanka”.
  • 1998/1999/2013: “Bocca D’ombra”, dedicato a “Not I” di S. Beckett, con la partecipazione di Enrica Minini; lo spetacolo ha debuttato ad Urbino nel dicembre 1998 ed è stato riproposto in edizione rinnovata al Festival S. Beckett di Henniskillen (Irlanda) nell’agosto 2013.
  • 1997/1998: “Voci dal Sepuku”, dedicato a Mishima, con la regia di D. Marchi e Aldo Vivoda, ha debuttato nell’Estate Romana 1997, e poi, nel 1998, ad Urbino (PU), Bologna (BO), Riccione (RM), Pesaro (PU).
  • 1995/1996: “La Fortuna” di M. Cvetaeva, presentata a Roma presso il Teatro Tordinona (maggio 1995), a San Pietroburgo, presso il Teatro Statale Vejera Kommissarjeiskaia, ad Avignone alla 50° edizione del Festival OFF (dal 9 luglio al 3 agosto 1996) preso il Teatro Cinevox.
  • 1993: “San Paolo Epeisèidon”, dall’omonima sceneggiatura di P.P. Pasolini, presentato al Teatro dell’Orologio di Roma.
  • 1990: “Stasera ‘bsogna dej!!” Liscio a teatro, produzione del Festival Sant’Arcangelo dei Teatri d’Europa, presentato da G. Bertolucci.
  • 1989: “La Merenda”, Echi della “Recherche” proustiana, tratto dal libro “Recherche” di Proust, presentato al Festival Sant’Arcangelo dei Teatri d’Europa.
  • 1988: “Gnosis”, spettacolo liberamente tratto dai Vangeli Gnostici.
  • 1985: “Attraversamento Rigenerazione”, tratto da la “Rigenerazione” di Italo Svevo, presentato in occasione dei dieci anni di Teatro Cust 2000 di Urbino.
  • 1985:  “Cielo Aperto”, esperimento di Western-theatre, frutto dei laboratori condotti da Donatella Marchi con i pazienti psichiatrici dei quattro centri psichiatrici di diagnosi e cura della Regione Marche, con il Patrocinio del Consiglio Superiore della Regione Marche.
  • 1984: “Il Poeta del Tempo” (Appunti per un Teatro dell’Anziano), spettacolo realizzato in occasione dell’anno nazionale dedicato all’Anziano, in collaborazione con il Teatro Stabile Gries di Bolzano.
  • 1981: “Ipazia”, di Mario Luzi, spettacolo realizzato a livello drammaturgico in collaborazione con il poeta Mario Luzi, direttamente impegnato in tale allestimento.

Attività o settore Regia, Drammaturgia, Teatro di Commedia, Ricerca e sperimentazione teatrale

Dal 1981 al 2014

Produzione propria di Opere-Video (di cui si segnalano gli sviluppi più significativi)

  • 2012: “Marinettando”, dedicata al Teatro Sinettico di F. T. Marinetti, quest’opera video è stata realizzata in collaborazione con Livio Taricco, videoartista di Torino e di TV nazionali.
  • 2011: “Prove di Vita”, dvd dedicato ai Trent’anni di attività del TeatroCust2000, ove figurano passaggi degli Spettacoli più significativi in Itaia e all’Estero dell’attività di Donatella Marchi, con una recensione di G. Bertolucci (https://www.youtube.com/watch?v=muWkYoMH0x0)
  • 2007: “Dello Scaramucciar per Arme et Amore”, frutto del Laboratorio teatrale condotto sul testo di Ser Gaugello da Pergola, commentatore della vita dei Duchi della corte di Urbino, è un’opera-video realizzata con la partecipazione degli allievi-attori – sezione Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Urbino.
  • 1998/1999: “Bocca D’ombra – Opera-Video”, tratta dal suddetto allestimento e con la partecipazione di Enrica Minini; la produzione è stata presentata a novembre 1999 presso l’Istituto Italiano di Cultura con sede a Berlino (Germania).
  • 1997: “Voci dal Sepuku – Opera-Video”, tratta dal suddetto allestimento e realizzata con la partecipazione di Gary Brackett.
  • 1993: “San Paolo – Opera-Video”, tratta dal suddetto allestimento, segnalata ed ospitata nella Rassegna di Videoteatro di Riccione (RN- Italy) TTVV e di Taormina (Italy) e presso I San “Gio” Festival di Videoteatro di Verona (Italy).
  • 1988: “Gnosis – Opera-Video”, tratta dal suddetto allestimento, segnalata ed ospitata nella Rassegna di Videoteatro di Riccione (RN- Italy) TTVV, diretta da F. Quadri.
  • 1985:  “Cielo Aperto – Opera-Video”, tratta dal suddetto allestimento, prodotta e presentata alla Rai Tre Regionale (Marche- Italy) e nazionale (Italy).

 Attività o settore Produzione di Videoteatro, Opere-Video, la cui archiviazione è stata affidata all’Archivio della Cineteca di Bologna

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

 

   

Dal 1/02/1999 al 6/02/1999

Stage Internazionale di Digione

Digione (France) –  con la conduzione del Maestro del Teatro Nô giapponese, Yoshi Oida

  • Metodiche del teatro giapponese attraverso la lettura dei Maestri Makio Umevaka e Norinaga Umevaka, direttori delle quattro Case del Teatro Nô giaponese.

Dal 21/09/1994 Al 09/10/1994

Stage Internazionale sull’Attore

Le Teatre du Soleil – Parigi (France), con la conduzione di Arianne Minouskine

  • Audizioni e stage formativo sulla Commedia dell’Arte molieriana, a cura di A. Minouskine e gli attori da lei formati.

Dal 17/02/1994 A novembre 1994

Stage Formativi vari

Centro di produzioni multimendiali “Le Rose e i Quadreni” – Urbino (PU – Italy)

  • Novembre 1994 / “Rossellini visto da Rosellini”, stage su l’eredità di Rossellini, condotto da Adriano Arpà
  • 6-30 maggio 1994 / “L’immagine visiva dell’età moderna”, stage a cura di RAI, DSF, RAISAT et al., condotto da  Robert Cohen, Joanna Borek, Le Mèzao, Alessandro Zanon, M. M. Gazzano, Gianni Amelio, Giulio Latini, et al. 
  • 17-22 febbraio 1994 / “Gianni Amelio nel Cinema italiano”, stage formativo di cultura tecnica e cinematografica a cura di Alessandro Zanon e Giulio Latini.

06/1969

Dottore in Letteratura italiana moderna e contemporanea

Laureatasi con il massimo dei voti discutendo una tesi su Salvatore Quasimodo traduttore dei lirici greci e presentata dal Prof. Mario Petrucciani, presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

COMPETENZE PERSONALI

 

Lingua madre

Italiana

Altre lingue

COMPRENSIONE

PARLATO

PRODUZIONE SCRITTA

Ascolto

Lettura

Interazione

Produzione orale

Francese

C2

C2

C2

C2

C2

Livelli: A1/2 Livello base – B1/2 Livello intermedio – C1/2 Livello avanzato

Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue

Competenze comunicative

  • Ottime competenze comunicative e di mediazione nelle pubbliche relzioni con enti e istituzioni a livello nazionale e internazionale

Competenze organizzative e gestionali

  • Leadership, responsabile di numerosi gruppi di allievi che hanno seguito il percorso di formazione dalla fondazione di Teatro Cus 2000.

Competenze professionali

  • Regia, Drammaturgia, Direzione Artistica di Eventi a livello regionale e nazionale

Competenze informatiche

  • Buone competenze informatiche (pacchetto office, posta elettronica, web)

Patente di guida

Automobilistica B

ULTERIORI INFORMAZIONI

 

Convegni, Premi, Rassegne

Presentazione di Progetti, Istituzione di Corsi

                   

                 

Appartenenza ad  associazioni

 

Nel 2003, con la propria formazione teatrale, è stata invitata dal Ministero del Turismo e dello Spettacolo a rappresentare il “Teatro di formazione” italiano a San Pietroburgo, in occasione dei festeggiamenti dell’Anniversario della Fondazione della città russa, opera di illustri architetti italiani. In questo contesto, presso il Teatro de I Giovani della “Fontanka”, sono stati rappresentati due dei suoi allestimenti teatrali, “La Sorcière” di J. Michelet e “Non Io” di S. Beckett, regia di Donatella Marchi.

Dal 1987 al 1997 ha istituito e promosso il PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA IN/FINITA, entrando a far parte della Giuria insieme a F. Ruffini, F. Cordelli, G.. S. Brizio, C. Milanese.

Dal 1985 al 1991 ha collaborato alla Rassegna Nazionale TEATRORIZZONTI ad Urbino, per il Teatro di ricerca italiano.

 

Ha istruito nel 2004 un Progetto per il FSE dal titolo “Attorialità fra teatro e cinema d’autore”, con la partecipazione di formazioni professionistiche ed universitarie di Francia, Belgio, Spagna ed Ungheria.

Ha partecipato nell’anno 2003-2004 al coordinamento del progetto “CULTURA 2000”, rappresentando l’Italia come secondo partner europeo in un progetto che ha coinvolto Francia, Italia, Spagna ed intitolato “Scapino al servizio dei giovani del 2000”, patrocinato dal FSE.

Oltre ai corsi di Teatro annualmente organizzati a livello regionale e nazionale in qualità di direttrice artistica di Teatro Cust2000, dal 1 settembre al 20 novembre 2000 ha diretto e coordinato ad Urbino il Corso n. 111 per “ATTORE” del FSE.

Dal 1981 è direttrice artistica e legale rappresentante dell’Associazione Culturale TEATRO CUST 2000 (Centro Universitario di Sperimentazione Teatrale), dal cui contesto sono nate poi Associazioni culturali e compagnie professionistiche di giovani allievi, tra le quali La resistenza della Poesia di Urbino ed alcuni attori che hanno proseguito esperienze nel settore televisivo e filmico.

Dati personali

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”

                      Urbino, 23/09/2015

Prove di vita

Donatella Marchi dove mai nasconde la sua vocazione teatrale è difficile percepire e comprendere: ma un certo sano furore femminile la garantisce e le dà ardire di continuare pericolosamente nei suoi esercizi. E da dove parta per i suoi esercizi teatrali, non è facile dire se non da una umiltà tutta sua e da una pericolosità di approccio piuttosto decisa. In queste prove di lavoro vengono fuori certi suoi intendimenti segreti e un certo suo amore per la costruzione del disegno, che risultano appropriati alla distanza e degni di risalto. Ella di fatto procede per affetto e per segni, per arditezza tale da raccogliere affetti e urti, ciò è bene che avvenga in codeste prove di lavoro ininterrotto, ove mescola con sfrontatezza movimenti e sentimenti tutt’altro che ovvii o di riporto. C’è un ardore segreto che la sorregge e una dolcissima mania che la perseguita: questa visita il suo sogno ed è disarmante quanto trainante: non si persegue simile scelta se non avendo sfrontatezza di fondo e umiltà di sano approccio. In questo senso la segreta pazzia che afferra la Marchi durante le sue prove di vita è piuttosto singolare e innocente e degna dei segni che correttamente compone e mette allo sbaraglio per sé e per noi tutti; ne risulta una scrittura accattivante e sgraziata degna della migliore sorte. E’ quel che le è capitato lavorando su Proust a suo tempo; questa volta le capita di usare la stessa malinconia di allora, in più la persuasività del gesto del corpo. Un simile esercizio va rispettato per la natura interna del lavoro e per il suo uso naturalmente accattivante. Ella dà il meglio di sé nelle sue scelte e nei pericoli che esse comportano, bisogna inseguirla nei suoi segreti e superarla nei suoi momenti rappresentativi. E’ qui, in questa zona d’ombra, tra le più audaci e il suo rimanere timida, che viene allo scoperto la sua voglia segreta di andare oltre il suo stesso sentire e di afferrarsi ai momenti di una cultura negata.

Come regista ha bisogno di usare il teatro come vita, per non rimanere prigioniera di schemi rappresentativi. Non c’è possibilità di resistere alle sue prove tanto esse risultano accattivanti e a loro modo infelici. I suoi ragazzi la seguono confortandola nel suo disegno, non sopraffacendo quel che ella intende proporre e non rendendo l’esercizio una prova d’accademia, senza peraltro toglierle misura. La Marchi in tal maniera si offre come esempio di ricerca a suo modo naturale e composito, liberale e trasparente. Credo che le sue prove abbiano una vitalità nascosta degna della migliore sorte. In tanti anni che mi capita di seguirla non mi è mai successo di coglierla in fallo, tanto è fedele al movimento del suo cuore e all’impulso dei suoi elementi. Da lei bisogna aspettarsi ogni svolta, uno scarto di una cultura imprevedibile, che la rende fragile e disponibile come tutti coloro che la seguono in quanto animatrice e regista.

Giuseppe Bertolucci

Dalla presentazione dello spettacolo Stasera b’sogna dej alFestival SANTARCANGELO DEI TEATRI 1991, che il Teatro CUST di Urbino e Donatella Marchi assume a modello nell’indicazione di metodo della propria ricerca teatrale ed attività artistica, in memoria di un critico che ha fortemente inciso nelle scelte della nuova drammaturgia anni ’90.

Prove di vita